Lavorare (e divertirsi) con Scratch

Scratch è un ambiente grafico di lavoro per imparare lo sviluppo di programmi in modo semplice e creare storie interattive, giochi, animazioni grafiche, simulazioni e altro ancora, per poi condividere i programmiScratch
realizzati attraverso il Web. La codifica dei programmi in Scratch consiste nell’impilare blocchi, che presentano forma e colore dipendenti dall’istruzione che si vuole utilizzare, come si fa con i mattoncini delle costruzioni, pezzo dopo pezzo. Così facendo, è possibile avvicinarsi alla programmazione e capirne la logica alla base in modo divertente e creativo. Scratch (nome derivato dalla tecnica dei DJ che mixando e remixando i dischi provocano l’inconfondibile suono) viene ideato dal gruppo del Lifelong Kindergarten del MIT, e si ispira alla teoria costruzionista dell’apprendimento di Seymour Papert.

maxresdefault

Clicca qui per scaricare una interessante guida per studenti all’uso di Scratch.

5 Buoni motivi per lavorare con Scratch in classe:

Continua a leggere

Costruiamo un robot in classe

Dopo aver imparato i segreti del coding sia con il supporto della piattaforma code.org, che con Scratch (attraverso il quale abbiamo creato animazioni e giochi con personaggi “virtuali”) siamo passati ad una esperienza ancora più coinvolgente imparando a programmare un “personaggio” reale:il nostro robot “Lego Mindstorm NXT”.
Abbiamo costruito, con il fondamentale aiuto del bravissimo Francesco C. Della IIIB di via Tasso, una catapulta robotica programmata per lanciare palline in direzione diverse a seconda del loro colore.

Abbiamo poi costruito anche un Robot che riconosce e segnala con un allarme acustico gli oggetti in avvicinamento (come fanno i sensori di parcheggio), ma questo è solo l’inizio… a breve gli altri aggiornamenti!