Concorso scolastico di tecnologia “La Squadra nella Roccia

Al via dal prossimo 13 Aprile (data in cui verrà pubblicato sul sito http://www.icfrezzotticorradini.gov.it il calendario definitivo, il regolamento ed i criteri di valutazione) il concorso scolastico di tecnologia denominato “La Squadra nella Roccia” aperto a tutti i miei alunni delle tre classi. Il concorso nasce con l’obiettivo di valorizzare e promuovere le nostre eccellenze, realizzando prodotti editoriali, modelli dinamici, progetti, etc., a coronamento di un anno di lavoro sui temi della tecnologia, dell’energia, dei settori produttivi e dei materiali, dell’educazione alimentare, dell’informatica e del disegno tecnico.

La partecipazione può essere individuale e/o cooperativa ed è del tutto libera e volontaria.

I lavori dovranno pervenire entro il 15 Maggio 2015. I progetti ritenuti più meritevoli da una giuria formata dai docenti del nostro istituto e dal D.S., saranno premiati in occasione dell’esposizione nella data (ancora provvisoria) del 29 maggio.

la squadra nella roccia

Di seguito voglio proporre, solo a titolo di esempio, alcuni link relativi a qualche interessante progetto trovato sul web, già sviluppato da altri studenti.

…questi sono solo alcuni esempi trovati in rete o sui libri di testo. Date libero sfogo alla creatività ed alla vostra voglia di fare!

Buon lavoro!

Prof.Torella

Come realizzare il modellino della nostra classe

Vogliamo costruire un plastico della nostra aula… da dove cominciamo?

Per prima cosa dobbiamo rilevare le misure della stanza. Disegnamo una bozza della pianta della stanza cercando di rispettare le sue proporzioni generali. Inseriamo le finestre, la porta, gli arredi principali. Poi cominciamo ad annotare le misure rilevate sul nostro disegno. Ci servirà quindi una fettuccia metrica oppure un metro a rotella come questi:

    

Una volta rilevate le misure e riportate sulla nostra bozza, possiamo procedere a costruire un modellino di cartoncino in tre dimensioni delle giuste misure (tieni presente che le misure riportate nelle immagini che seguono sono solo un esempio: tu dovrai sostituirle con quelle reali della tua classe!).

Per fare questo ci servirà il seguente materiale:

Continua a leggere

Come costruire un visore per eclissi solare

Come costruire una scatola per vedere l’eclissi in sicurezza!

Non guardate l’eclissi con gli occhiali da sole, è pericoloso! Per godersi bene il fenomeno dell’eclissi solare ci sono vari metodi. In questa guida presentiamo le istruzioni per costruire un particolare visore (o proiettore) per eclissi.

Materiale utile:

  • scatola di scarpe;
  • pennello;
  • vernice nera;
  • foglio di carta velina;
  • nastro adesivo;
  • foglio di alluminio;
  • forbici;
  • righello;
  • stuzzicadenti.

Il procedimento da seguire è semplice:

  • dipingere con la vernice nera tutto l’interno di una scatola di scarpe (dentro il visore non ci devono essere riflessi di alcun tipo);
  • tagliare una delle pareti più piccole della scatola, creando un rettangolo e lasciando unbordo di circa 2,5 cm su ogni lato;
  • sull’altra parete più piccola invece fare un foro a forma di cerchio del diametro di 2,5 cm;
  • sulla parete col grosso buco rettangolare applicare la carta velina fissandola sui bordi della scatola con del nastro adesivo;
  • il foro tondo invece va coperto con un pezzo di foglio di alluminio (o carta stagnola);
  • il foglio di alluminio deve essere ben disteso. Con uno stuzzicadenti fare un forellino al suo centro;
  • chiudere la scatola di scarpe col suo coperchio (anche l’interno del coperchio deve essere pitturato di nero).

Il visore per eclissi ora è pronto. Nel momento in cui avviene questo fenomeno planetario indirizzare la scatola, dalla parte del forellino creato con lo stuzzicadenti, verso il sole. Sulla carta velina verrà proiettata l’immagine del Sole coi rispettivi cambiamenti durante l’eclisse. Un esperimento, quello descritto, utile e al tempo stesso divertente. Ottimo da creare insieme ai più piccoli.

Costruire scatola eclissi, img. 1

download

Costruire scatola eclissi, img. 2

SolarEclipseSafetyCanali