Il Quaderno di Tecnologia

 

Perché il quaderno di Tecnologia?

L’uso e l’aggiornamento puntuale e costante del quaderno di Tecnologia ha diverse motivazioni e permette numerosi vantaggi.
In classe vengono effettuate una serie di esperienze, di diversa natura, che si ritiene adeguate al raggiungimento degli obiettivi della disciplina. Molto spesso, però, le esperienze vissute (in qualsiasi ambito) non vengono memorizzate totalmente. Parecchi elementi, e spesso parti importanti di quanto vissuto, vengono perduti perché dimenticati.

layout

Layout quaderno.pdf

Il quaderno è quindi una strategia per organizzare, ricordare e rivivere le esperienze di lavoro effettuate in classe.

Quindi il quaderno di Tecnologia:

• Raccoglie e documenta tutte le attività di sperimentazione, studio, progettazione e realizzazione effettuate in classe;

• Tiene traccia e permette di rivedere le esperienze di studio e di lavoro vissute a scuola;
• Favorisce lo studio domestico, diventando un secondo “libro di testo”, ma personale;
• Riporta e organizza le attività di rielaborazione e di studio effettuate a casa;
• Riporta i compiti eseguiti quali esercitazione e la documentazione delle attività di progettazione e realizzazione degli oggetti da produrre.

È impossibile, però, “costruire” il quaderno di Tecnologia attraverso la sola attività in classe. Non abbiamo il tempo per fare tutto, riportare le esperienze, organizzare con ordine e precisione i dati e i contenuti, arricchire il testo con esempi, disegni, riflessioni.
Per consentire di avere quindi un quaderno ordinato, dobbiamo ricorrere ad un altro strumento: il quaderno degli appunti.

IL QUADERNO DEGLI APPUNTI

Perché il quaderno degli appunti?
Come detto, è difficile, se non impossibile documentare le attività svolte in classe, mentre queste si svolgono. Anche qui, utilizziamo una strategia: usiamo un quaderno per prendere degli appunti su quanto vissuto in classe. In seguito, a casa, riportiamo sul quaderno di
Tecnologia, in ordine e con attenzione (e il tempo necessario) lo svolgimento delle attività.
Il quaderno degli appunti può essere un block notes o un vecchio quaderno o una raccolta di fogli (anche riciclati) cuciti assieme con la
spillatrice. Il quaderno degli appunti serve a riportare e ricordare i singoli elementi di quanto vissuto in classe fino a … casa. Infatti quando si
ricostruisce l’attività svolta a scuola sul quaderno, si usano gli appunti per non dimenticare niente.
Naturalmente prendere appunti non è una attività molto semplice. Ma proviamo e, se inizialmente non siamo molto capaci, lo
diventeremo col tempo e l’esperienza.

L’insegnante sottolinea gli aspetti importanti, suggerisce cosa deve essere riportato assolutamente e anche la modalità di svolgimento
del compito.
Attenzione: quello che non viene riportato sul quaderno degli appunti difficilmente si troverà poi sul quaderno di Tecnologia.

Adottiamo comunque delle strategie anche per prendere appunti:

  • Usiamo le parole chiave,
  • Sottolineiamo i concetti importanti,
  • Utilizziamo abbreviazioni (solo sugli appunti),
  • Copiamo con degli schizzi, i disegni alla lavagna,
  • Troviamo qualsiasi soluzione che consenta di velocizzare l’operazione, senza perdere il contatto con l’attività che si svolge in classe.
  • Non usiamo le energie solo per prendere appunti, ma cerchiamo di seguire, capire, chiedere spiegazioni e fare interventi durante la lezione o l’esperienza in classe.

 

LA STRUTTURA DEL QUADERNO

La struttura si ottiene tracciando una linea orizzontale (a 3 cm dal bordo, se è la prima pagina del capitolo; a 1 cm dal bordo se si tratta delle seconde pagine) e una linea verticale dalla prima a 14 cm dal bordo del foglio.
Per evidenziare il titolo dei paragrafi si traccia una linea a 1 cm dalla linea del titolo o da quella del paragrafo precedente solo sull’area del testo.
Alla fine di un paragrafo si traccia una linea orizzontale che chiude le aree del testo e della grafica. Quindi si può iniziare un nuovo paragrafo con un nuovo titolo del paragrafo.
Nella parte destinata al testo si riportano le descrizioni delle attività svolte, i contenuti trattati e le esperienze vissute in classe; nella parte destinata alla grafica si riportano degli elementi grafici che completano il testo. Si possono utilizzare immagini ritagliate da riviste, cataloghi, vecchi libri, ecc., disegni eseguiti al momento, schemi e grafici.

layout pag_011 pag_014

(fonte: Prof.A.Vicari)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...